[Come nasce una fotografia e come questo dovrebbe importare a te che ti stai per sposare]

 

Matrimonio in Abruzzo di Claudio e Angela. Sulmona, Santa Maria della Tomba. La fotografia di matrimonio non è fare click con la macchinetta fotografica super tecnologica ma è il risultato della cultura del fotografo.

Oggi voglio finalmente toglierti dalla testa un mito che è del tutto falso e ti permetterà di non avere brutte sorprese quando sceglierai il tuo fotografo.

Dai avvicinati ancora un po’ mica voglio svelare questo segreto a mezzo mondo… Ecco si, così vicina e ascolta bene.

Ecco, adesso ti ho svelato il segreto dei segreti. La foto non nasce dentro la macchina fotografica.

Mi spiego meglio altrimenti sono sicuro che ti chiederai come questo sia possibile.

Perchè tuo cugino, che ha comprato la macchina iperfiga, dice che con questa farà delle bellissime fotografie al tuo matrimonio, ed adesso io ti vengo a dire che non sarà così…

Aspetta solo un attimo, fra pochissimo tutto ti sarà più chiaro.

Quando un fotografo scatta un’immagine, il risultato che ottiene non è dovuto solo perché alla macchinetta dell’ultima generazione o solo perché ha attrezzatura da migliaia di euro.

No cara, la fotografia sarà buona solo se il fotografo sa cosa sta facendo e non nasce solo nel momento in cui alza la macchina per fare click.
Nasce prima, molto ma molto prima.

Per un fotografo ogni suo scatto nasce dalla passione per l’arte, nasce dalle centinaia di mostre che ha visto, dai libri che ha letto e dalla musica che ha ascoltato.
Insomma, le fotografie, per un fotografo, non nascono per caso ma dalla sua cultura.

E lì che nascono le foto del tuo matrimonio, quelle foto che ti rappresentano come quella persona speciale che sei, in tutta la tua naturalezza.

Sono foto che non nascono per caso ma che strizzano l’occhio alle pose delle dive, agli antichi maestri della pittura e del cinema.

E lo fa per darti un’emozione che la macchina fotografica deve semplicemente congelare in quell’attimo ma che rappresenteranno le emozioni di tutto quel giorno.

E’ tra te e tutto il suo bagaglio culturale che la magia avrà luogo. Perchè tu sarai magica quel giorno, una autentica meraviglia a cui tutti guardano come si guarda alle dive.

E una volta scelto, il fotografo avrà l’onore e l’onere di usare la sua cultura e le sue arti per fare in modo che questa magia resti fissata per sempre nelle pagine del tuo album.

La fotografia non ha nulla a che fare con i megapixel, gli ISO e quale obiettivo usare.
La fotografia ha a che fare con la luce di Caravaggio, i ritratti di Raffaello, le inquadrature di Sorrentino e le luci fantastiche dello scintillio dei tuoi occhi quando guardi il tuo lui.

Ed è questa luce, questa magia che io dovrò saper riconoscere e catturare nell’attimo magico in cui sta avvenendo e dovrò essere capace di restituirti in tutta la sua bellezza quando oramai tutto sarà, quasi, dimenticato.

Perchè solo la foto immaginata e scattata da un fotografo professionista ti emoziona e ti emozionerà negli anni a venire.

Quindi scegli bene quando sarà il momento. Io ti aspetto,

semplicemente
Guido

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.